Perché la traduzione è importante (11)

 Categoria: Traduzione letteraria

< Decima parte di questo articolo

Lo sviluppo del romanzo in Europa, specialmente nell’Inghilterra del diciottesimo secolo e nel fondamentale lavoro di Henry Fielding, è cresciuto direttamente fuori dal modello del Don Quixote (Don Chisciotte), che è stato tradotto quasi immediatamente dopo la pubblicazione. La versione inglese di Thomas Shelton, pubblicata nel 1611, è stata la prima traduzione in qualsiasi lingua della prima parte del romanzo di Cervantes, che è apparsa nel 1605. La speculazione che Shakespeare intendesse scrivere un’opera basata sulle avventure di Cardenio, il protagonista di uno dei racconti inseriti nella prima parte del Don Quixote (Don Chisciotte), o in realtà l’opera l’ha scritto davvero, sebbene sia andata sfortunatamente perduta, diventa particolarmente intrigante per i nostri scopi a causa della presenza e del successo della traduzione di Shelton in Inghilterra, che ha innescato la lunga, sfaccettata storia dell’influenza di Cervantes sulla crescita della narrativa, lungo il percorso sui cui i romanzieri scrivono, e certamente sulla via sui cui Faulkner scriveva.

Non c’è dubbio che nella metà del ventesimo secolo, Faulkner era il più importante scrittore contemporaneo di lingua-inglese in America Latina. Il suo stile sonoro, eloquente, barocco con le sue risonanze alla Cervantes viene percepito come familiare dai lettori parlanti-spagnolo, ma credo che ancora più decisivo per la sua profonda importanza per lo sviluppo del romanzo Latino Americano, soprattutto per il fenomeno letterario chiamo The Boom (Esplosione), è stata la leggendaria, megastorica, multigenerazionale visione di Faulkner della terra e delle persone che vivono su di essa. Non solo García Márquez ma Carlos Fuentes, Mario VargasLlosa, e un mucchio di altri scrittori Latino Americani contemporanei ha un serio debito con Faulkner (e certamente con Cervantes). Nessuna di questa fertilizzazione letteraria incrociata sarebbe potuta accadere se Cervantes, Faulkner, e così tanti altri non fossero mai stati tradotti.

Per lo stesso motivo, è impossibile immaginare il romanzo contemporaneo in Inglese senza prendere in considerazione García Márquez (per non menzionare Jorge Luis Borges e Julio Cortázar). L’influenza della scrittura di García Márquez, presumibilmente in traduzione, come l’influenza di Faulkner in America Latina indubbiamente ha avuto luogo per la maggior parte in Spagnolo,è evidente in una gamma di rinomati scrittori come Toni Morrison, Salman Rushdie, Don De Lillo, e Michael Chabon, per citarne solo alcuni. È meraviglioso contemplare, non è così: la libertà scoperta da García Márquez in Joyce, e le lezioni strutturali e tecniche che ha imparato da lui e da Faulkner, sono stati trasmessi a una generazione più giovane di scrittori di romanzi di lingua-Inglese attraverso l’impatto tradotto della scrittura Colombiana.

Dodicesima parte di questo articolo >

Fonte: Articolo scritto da Edith Grossman e pubblicato nell’aprile 2010 su WordsWithoutBorders, magazine online per la letteratura internazionale

Traduzione a cura di:
Sara Brambilla
Dott.ssa in Scienze Linguistiche Straniere e Letterature Straniere (Mediazione Linguistica)
Traduttrice: En/Es>It – It>En/Es
Cesano Maderno