A*** ed Io: conversazione con E.Ramadan(9)

 Categoria: Traduzione letteraria

< Ottava parte di questo articolo

MB: Lo ammetto, e questo fa forse di me una lettrice superficiale, ma, mentre leggevo Sfinge per la seconda volta, mi sono comportata un po’ da detective. Volevo capire se ci fosse la minima indicazione, o, magari, persino qualche sfacciato indizio, riguardo il genere di A*** o del narratore. Credo che ciò che mi abbia più colpito sia l’episodio in cui il narratore incontra la madre di A*** per la prima volta.  In genere mi aspetto che l’atteggiamento di una madre verso l’amante di un figlio o una figlia differisca in qualche modo in base al genere di quest’ultimo.

ER: È singolare che tu dica questo, perché c’è effettivamente  una riga  in quel brano che potrebbe essere intesa come un indizio. Mi ha bloccata a lungo durante la traduzione.

C’è una riga in quell’episodio, appena prima che il narratore incontri i genitori o la madre di A***, in cui dice, “Mi preoccupavo di cosa lei avrebbe pensato della nostra relazione.”, o qualcosa di simile, che mi ha messo in uno stato di ipervigilanza – Non volevo assolutamente che ci fossero indicazioni sul genere, o che i lettori ne potessero desumere che i protagonisti fossero entrambi dello stesso sesso. Ho pensato, “Perché si preoccupa di ciò che la madre della persona che ama pensa della loro relazione?”

Ma in quel caso, proiettavo semplicemente la mia forma mentale sul romanzo. Eppure quella riga mi disturbava, “Oh no, è possibile che sia un indizio?”. Poi ne ho parlato con altri che lo  avevano letto, che non ci avevano visto un’ indicazione particolare, al contrario, si soffermavano sui particolari conosciuti, del tipo: un personaggio è bianco, l’altro nero, c’é una grande differenza di età, ecc. Quindi no, chiaramente non c’era alcun indizio, semplicemente io ne stavo cercando uno,  ma quella riga in particolare non aveva alcun significato specifico. Avevo sovra-interpretato.

Decima parte di questo articolo >

Fonte: Articolo di Megan Bradshaw pubblicato il 15/2/2016 sul sito Asymptote

Traduzione a cura di:
Carmela Palombi
Traduttrice freelance (EN>IT – FR>IT)
Genzano di Roma