Strategie di diversificazione per traduttori

 Categoria: Traduttori freelance

Perché diversificare? Nel corso degli ultimi due anni, il tema della diversificazione per i traduttori freelance è diventato sempre più rilevante e non è privo di polemiche. Perché dovremmo avere la necessità di diversificare se la traduzione freelance è un modello sostenibile di business (che credo lo sia)? Non è diversificazione solo per coloro che sono in grado di avere successo con la loro attività di traduzione e che lottano per far quadrare il bilancio? Quando ho effettuato un sondaggio tra 250 traduttori freelance nel luglio 2013 come parte della ricerca per il mio libro “Diversification in the Language Industry”, alcuni risultati molto interessanti sono venuti alla luce. Più in particolare che la diversificazione sembra contribuire – non poco – con le prospettive sempre più positive adottate da traduttori freelance quando considerano il loro futuro professionale.

Nel 2013 solo il 30,8% dei traduttori freelance si considerava traduttore freelance di successo facendo una vita come venditore di servizi di traduzione ed oggi di altri servizi - cioè, diversificando successo. Questa cifra sale a un impressionante 43,6% che si aspetta lo stesso per il 2018. La cosa ancora più positiva è che, mentre il 19,2% degli intervistati si considerano oggi “liberi professionisti in difficoltà” (cioè non riuscendo a garantire un adeguato lavoro di traduzione pensano di lasciare l’industria della traduzione o sono “costretti” a diversificare per sopravvivere), solo il 4,4% si aspetta di essere in difficoltà cinque anni lungo la pista, ed il 6,4% vede se stesso lavorare in casa o in un altro settore.  L’umore generale tra traduttori  freelance oggi è positivamente incoraggiante, come questa tendenza da “difficoltà” a  spettacoli “diversificati”, e l’aumento del livello di diversificazione che stiamo intraprendendo sta contribuendo a questa prospettiva positiva. Nella mia esperienza, questi colleghi che sono i più positivi circa la nostra industria ed il loro futuro sono quelli che si sono affermati come liberi professionisti di successo e hanno anche abbracciato il concetto di diversificazione.

Nell’articolo di domani (ndr) daremo uno sguardo a cinque strategie di diversificazione per i traduttori freelance che ho identificato.

Seconda parte di questo articolo >

Fonte: Articolo scritto da Nicole Y. Adams e pubblicato nel luglio 2014 sul Translation Journal

Traduzione a cura di:
Chiara Basile
Dottoressa Magistrale in Lingue e Traduzione
Palermo