Quando aumentare le tariffe di traduzione

 Categoria: Traduttori freelance

Nell’articolo di ieri ho parlato di come aumentare le tariffe di traduzione, in quello odierno (ndr) occupiamoci invece della domanda circa quando è bene aumentare le vostre tariffe. Risposta breve: con clienti nuovi e quando siete già pieni di lavoro. Perché? Perché, se il nuovo potenziale cliente non accetta la tariffa più alta, non avrete perso assolutamente nulla. Siete ancora molto impegnati ed avete abbastanza lavoro. E se il nuovo potenziale cliente accetta la tariffa più alta, sapete che almeno una parte della vostra clientela sosterrà quella tariffa.

Provate con una maggiorazione del 15% o del 25% sulla vostra tariffa attuale; cavolo, provate persino con il 50% in più e vedete cosa succede. Se credete di meritare quella tariffa e che il vostro lavoro vale tanto, c’è una buona probabilità che anche il potenziale cliente lo creda. E non dimenticate che se il 100% dei potenziali clienti accetta le vostre tariffe senza negoziare, potete aumentarle ancora di più. Questo non è un consiglio commerciale, è semplicemente un dato di fatto. Se nessuno nel vero senso della parola pensa che siate troppo cari, vuol dire che non state guadagnando quanto potreste.

Ecco un’altra verità sulla tariffa: io lavoro sia con le agenzie che con clienti diretti e apprezzo entrambi per motivi differenti. Con le agenzie, semplicemente traduco. E talvolta è esattamente ciò che voglio fare. Con i miei clienti diretti, invece, sono nel bel mezzo dell’azione, avendo a che fare spesso o con la persona che ha scritto il documento in francese o con quella che dovrà usare il documento in inglese. E talvolta è esattamente ciò che voglio fare. Ma c’è una verità del mercato delle agenzie: puoi competere in termini di qualità e di servizio solo fino a un certo punto. Una volta raggiunta la tariffa massima pagata dall’agenzia, sei bloccato.

Recentemente, per esempio, volevo aumentare le mie tariffe con una delle agenzie per cui lavoro, ma mi hanno detto (e onestamente ci credo) che mi stanno già pagando 2 centesimi a parola in più rispetto a tutti gli altri loro traduttori dal francese all’inglese, per cui non posso far altro che continuare con la tariffa attuale o non lavorare più per loro. Questo non vuol dire che i clienti diretti accetteranno ad occhi chiusi ogni aumento di tariffa, ma loro hanno generalmente una maggiore flessibilità nel prelevare il denaro da altri budget e utilizzarlo per la traduzione, se vogliono realmente trattenervi.

Fonte: Articolo pubblicato il 10 febbraio 2014 sul Blog Thoughts on Translation

Traduzione a cura di: Merjrosa Basile
Dottoressa in Lingue e Letterature Straniere
Traduttrice freelance EN-DE>IT
Martina Franca (Ta)