L’aspirante traduttore

 Categoria: Traduttori freelance

Pochi giorni fa abbiamo ricevuto la seguente e-mail:

“Gentili signori, mi chiamo Eric e mi occupo di traduzione tecnica. La mia tariffa è 0.08. Attendo vs cortese risposta. Un saluto e buon lavoro.”

Marcus Meinz, il nostro HR Manager non ha risposto privatamente a Eric ma ha deciso di farlo su questo blog per dare, indirettamente (e in modo velatamente ironico), alcuni consigli a tutti gli aspiranti traduttori.

“Caro Eric, quante cose mi piacerebbe sapere di te! Ho in mente tante domande e così poche risposte! Sei schietto, diretto e non ti piace perder tempo. Vai dritto al sodo e vuoi risultati immediati, però vorrei che mi raccontassi qualcosa riguardo agli studi che hai fatto e riguardo alla tua esperienza professionale. Leggo la tua “lettera di presentazione” e mi chiedo: qual è la tua lingua madre? Quali sono le lingue con cui lavori? Da quanti anni ti occupi di traduzione tecnica? La curiosità mi sta uccidendo…utilizzerà Eric qualche strumento di traduzione assistita?
E cosa vorrà dire con quello 0.08? Saranno euro o dollari? E perché mette il punto e non la virgola per il decimale? Sarà una tariffa per parola originale o tradotta?
Eric sei così ermetico! Cosa darei per ricevere un’altra mail con il tuo CV in allegato…
Lo riconosco, hai un fascino tutto tuo particolare però avresti potuto mandarmi delle indicazioni sui testi tecnici che hai tradotto in passato, mi avrebbe aiutato molto a prendere una decisione: la traduzione tecnica è un campo vastissimo! Avrai le conoscenze necessarie per tradurre il manuale di montaggio di una turbina d’aereo? E il libretto d’istruzioni di uno spremiagrumi elettrico? E le specifiche tecniche per la manutenzione di un ascensore? Hai mai tradotto brevetti? Hai qualche referenza? Ora che ci penso…come ci avrai trovato? Forse su internet? No, non può essere, altrimenti avresti letto quali sono i nostri criteri di selezione e ci avresti mandato il tuo CV. Mi sento confuso: che faccio? Guardo la posta in entrata…37 mail da leggere…guardo il tuo messaggio…guardo di nuovo la posta e vedo che Lisette, Dimitra, Simone e altri 34 stanno aspettando una mia risposta. Mi spiace Eric, ma per questa volta (e sicuramente non è la prima volta che ti capita) sono costretto a scartarti”.

Marcus Meinz
HR Manager
Easy Languages & Partners