L’amore per le lingue (5)

 Categoria: Traduttori freelance

< Quarta parte di questo articolo

A Londra utilizzavo l’ inglese al lavoro e a spasso per la città, a casa parlavo con le miei coinquiline australiane, e quando passavo le giornate in compagnia dei miei colleghi parlavo in spagnolo. Ancora mi prendono in giro per la frase “ me lo ha printado Chris”, un neologismo casereccio inventato lì sul momento che però tutto sommato è più cool di imprimir.
Tuttavia, questo modo di mischiare più lingue per facilitare la comunicazione sta diventando ormai una consuetudine un po’ ovunque come ad esempio a Singapore, dove ne viene fatto uso abbondante combinando almeno 3 lingue e qualche dialetto in un’unica conversazione.

I miei zii parlano una lingua che io e mio padre suoliamo chiamare la lingua della Tan Family, dal loro cognome, perché mischiano singlish (Singaporean English), malese, teochew, mandarino, cantonese e hokkien. Musica per le mie orecchie perché il suono che ne esce è davvero divertente ma starci dietro è praticamente impossibile.
Vi lascio alcuni esempi:

- Oggi fa molto caldo, gli Europei non lo sopportano, guarda la sua maglietta è impregnata di sudore – Today very hot weather, ang moh (teste rosse,teochew) cannot tahan (sopportare, malese), look his shirt soaking wet
- Ne voglio uno anche io – I also want one (singlish), la mia preferita in assoluto
- Ci vediamo per mangiare un boccone al coffee shop – See you for makan (mangiare, malese) at the kopi tiam (bar, teochew)
- Non prenderti gioco di me, se vuoi puoi chiedermi in prestito la macchina fotografica, ma ricordati che è molto cara – Don’t play play lah (prenderti gioco, singlish), you want to borrow can, but this camera very expensive lah, (singlish)
- Che fortuna! Questa settimana la professoressa ha cancellato l’esame – This week very heng (fortuna, hokkien), teacher cancel our exam
- Porta giù il cane a fare una passeggiata – Bring the dog kai kai (hokkien)
- Non lo voglio – Wǒ búyào (mandarino)
- Non mi piace – Bo (teochew) sukà (malese)
- Puoi o no? Can you or can’t you? – Can ah?
- Sì. Yes – Can lah
- Sì, certo. Yes of course – Can leh
- Sì, penso di sì. Yes, I think so – Can lor
- Sei sicuro? Are you sure? – Can hah?
- Allora sei sicuro… You are sure then … – Can hor
- Ne sei certo? Are you certain? – Can meh? (Cantonese)

Ogni volta che torno a Singapore imparo nuove parole e nuovi modi di dire che solo entro quei confini posso utilizzare perché al di fuori di quell’isoletta mi prenderebbero per venusiana. Sarà che a Singapore parlano un po’ tutti così, sarà che è la mia seconda madrepatria, ma concedetemelo, ne vado orgogliosa.

Sesta parte di questo articolo >

Autrice dell’articolo:
Tiffany Melocchi
Traduttrice EN-ES>IT
Milano