La sfida della traduzione

 Categoria: Traduttori freelance

Fare il traduttore è affascinante e pieno di sorprese. Può essere considerato un mestiere, una passione, un hobby o persino una missione, dipende dall’approccio che si sceglie. Oppure, può dipendere dal tempo a disposizione, o ancora dalle scelte editoriali dell’eventuale casa editrice o dell’agenzia di traduzione. Se i tempi sono stretti ed è necessario consegnare il lavoro al più presto, si tratterà di un mestiere, perché bisognerà dare maggiore importanza al rispetto della scadenza, ancor di più se si tratta di un testo tecnico, con parti ripetute che poco spazio lasciano all’inventiva. Sarà richiesta rapidità, precisione e aderenza al testo di partenza. Si può cesellare la parola e dare il giusto spazio alla fantasia e al gusto estetico nel caso in cui si debba tradurre un testo editoriale, e i tempi di consegna siano più lunghi.

Fare il traduttore è affascinante e pieno di sorprese perché non si finisce mai di imparare, si apprendono di continuo cose nuove. Non solo, infatti, il testo tradotto porterà nuove informazioni nella vita delle persone che lo leggeranno, ma contribuirà ad erudire il traduttore, che sarà portato a documentarsi e approfondire argomenti dei quali prima magari sapeva ben poco. Il traduttore deve sempre tenere presente che il lettore finale del frutto del suo impegno sarà il più delle volte più preparato di lui nella materia trattata. Un testo tecnico è probabile che venga letto da gente esperta o interessata a un determinato settore, mentre in altri casi, il traduttore dovrà considerare il target di riferimento e adattare la traduzione di conseguenza.

Sia il traduttore tecnico che quello letterario sanno che devono tenersi costantemente aggiornati. Bisogna leggere molto e leggere di tutto, non solo per cercare di acquisire conoscenze che permetteranno una traduzione più accurata e agile, ma anche per studiare lo stile e la terminologia, sia nella lingua di partenza che tramite testi paralleli nella lingua di arrivo. Inoltre, quale migliore occasione per allargare e consolidare la propria cerchia di conoscenze? Se il protagonista del romanzo che stiamo traducendo è dal parrucchiere e noi siamo alle prese con complicatissimi congegni per la messa in piega, una delle soluzioni migliori potrebbe essere telefonare al nostro coiffeur di fiducia e chiedergli di guidarci in quei meandri.

Nonostante la moltitudine di lingue che esistono al mondo, non si può che considerare una grande ricchezza questa varietà. Ogni lingua è il risultato di secoli di storia, di cultura, di incontri e prestiti. Ben venga la sfida della traduzione, che impone di plasmare la parola e trasformare ogni testo in un testo nuovo e originale.

Autore dell’articolo:
Monica D’Alessandro
Traduttrice EN-ES>IT
Palermo