L’inglese e…la psicologia

 Categoria: Traduttori freelance

Nel 2004 ho preso la decisione di iscrivermi alla Facoltà di Psicologia. Uno degli strumenti di cui mi sono avvalsa maggiormente nello studio degli argomenti relativi alle discipline del mio corso di laurea, è stato rappresentato dagli articoli in lingua inglese. Sino a quel momento avevo avuto modo di conoscere e di studiare le regole grammaticali, sintattiche e stilistiche della lingua inglese e di entrare in diretto contatto con il mondo della letteratura inglese. Poi ho avuto la possibilità di scoprire l’ingente mole di articoli in lingua inglese riguardanti la psicologia. Generalmente si tratta di testi che presentano degli studi che sono stati fatti in merito ad un determinato tema; essi solitamente presentano la seguente struttura:

abstract che analizza gli aspetti principali dello studio;

introduzione: essa è volta a descrivere le premesse teoriche sulle quali lo studio si fonda e ad enunciare l’ipotesi di base della ricerca;

metodo: soggetti e loro reclutamento, strumenti di misurazione e procedure: questa parte è finalizzata in primo luogo, ad enunciare i principali dati relativi ai partecipanti dell’esperimento e a spiegare in che modo essi sono stati reclutati; in secondo luogo essa mira a descrivere le tipologie di strumenti di misurazione che sono stati utilizzati (ad esempio, test, questionari ecc.) e le procedure messe in atto ai fini della realizzazione del progetto;

risultati: in questa parte vengono enunciati i risultati dell’esperimento attraverso tabelle o grafici; tali risultati sono sottoposti ad analisi statistiche;

discussione dei risultati: i dati ottenuti vengono attentamente analizzati e confrontati con le ipotesi di base di ricerca esposte nell’introduzione;

conclusioni: a conclusione della ricerca, vengono espresse delle considerazioni personali sullo studio e suggeriti possibili sviluppi futuri per le ricerche nello specifico settore di cui l’articolo si occupa;

bibliografia: vengono enunciati i riferimenti bibliografici di cui gli autori dell’articolo si sono serviti per realizzare il loro progetto.

Sin da subito ho potuto notare quanto sia difficile studiare questi articoli; non è infatti necessario solo tradurre le parole dall’inglese all’italiano ma anche e soprattutto analizzare in maniera dettagliata ogni loro aspetto poiché bisogna essere in grado di valutare criticamente lo studio presentato.

Autore dell’articolo:
Luigia Tatiana Porcelli
Laurea in Psicologia clinica-Master in Neuropsicologia Clinica
Padova