Consigli per aspiranti traduttori freelance

 Categoria: Traduttori freelance

Dopo qualche mese torniamo a parlare dei traduttori freelance.
Nell’articolo di oggi e in quelli dei prossimi giorni daremo qualche consiglio a chi si sta avvicinando a questa professione o a chi la pratica da poco.
Lo scopo è quello di evitare che vengano commessi errori dettati dall’inesperienza che potrebbero arrecare al traduttore danni sia economici che d’immagine.

Nella nostra professione, per essere efficienti e allo stesso tempo poter lavorare in tranquillità e al riparo da eventuali brutte sorprese, occorre stabilire fin da subito delle regole ben precise e seguirle costantemente.
All’inizio attenersi a tali regole non sarà piacevole, ma poi si trasformerà in una routine lavorativa razionale della quale apprezzeremo sicuramente i benefici. Non si tratta di lavorare di più, si tratta di lavorare meglio.

Il lavoro di traduttore non si limita alla di traduzione, ci sono altri due momenti altrettanto importanti, quello che precede il lavoro concreto e quello successivo alla consegna dello stesso.
Nel post di domani parleremo dei passi da compiere prima di accettare un lavoro nel caso il richiedente sia un privato o un’azienda. Il giorno dopo analizzeremo una situazione analoga ma nella quale il richiedente è un’agenzia di traduzioni. Passeremo poi alla fase di accettazione del lavoro, a quella esecutiva, a quella successiva alla consegna della traduzione e infine alla gestione di un eventuale reclamo.