I giusti clichés (2)

 Categoria: Tecniche di traduzione

< Prima parte di questo articolo

Collocations
In sostanza, ciò che fa un corpus è dirti se la traduzione a cui avevi pensato è effettivamente usata nei siti che trattano di quel determinato sport (o di qualsiasi argomento tu ti stia occupando).  Potresti, ad esempio, non essere certo se quel tipo di sport si pratichi su un campo, una pista o su un percorso preciso o se chi regola il gioco si chiami arbitro, giudice o ufficiale. Tutto ciò che devi fare è cercare ognuna di queste parole e vedere quella che ricorre più volte. Questa è probabile che sia l’opzione migliore. Inoltre, puoi cercare le collocations che ti saranno di aiuto nel trovare la giusta combinazione di parole.

Ma attenzione: le ricerche saranno produttive solo se il corpus sarà anch’esso ben organizzato. Alcuni traduttori, infatti, impiegano molto tempo nel compilare i corpora di proprio pugno e li modificano assicurandosi che nessun testo inidoneo ne faccia parte. Molti di noi, tuttavia, non hanno il tempo per fare ciò e per questo motivo preferiscono usare con cura i corpora WebBootCat già compilati.  Bisogna sempre controllare tutte le opzioni che vengono in mente, piuttosto che fermarsi alla prima che riscontra uno o due risultati. Inoltre, è necessario guardare la provenienza dei risultati. Se provengono da siti web tradotti o se la grammatica è lacunosa, siate diffidenti: potrebbero non darvi le giuste informazioni e potreste aver bisogno di cercare e controllare le vostre idee altrove. Se, però, avete raccolto un buon numero di risultati, nel contesto adatto, in siti affidabili, è possibile che abbiate trovato la giusta opzione.

Sono venuto a conoscenza dei corpora e diWebBootCat attraverso dei seminari specifici gestiti dall’associazione MET (MediterraneanEditors and Translators). Come detto sopra, l’utilizzo dei corpora è stato inizialmente sviluppato con scopi accademici, ma si adatta perfettamente al contesto riguardante gli sport. Ad esempio, li ho usati con successo per testi riguardanti il ciclismo e sport di avventura di cui sapevo veramente poco prima di imbarcarmi nella traduzione dei rispettivi testi. L’uso di corpora non fa di te un esperto da un momento all’altro, ma ti impedisce di renderti ridicolo e permette di dare alle tue traduzioni quel tocco autentico (i clichés, se vuoi) di cui necessitano per essere accettate dagli esperti del settore. E, di sicuro, ti permette di imparare, che è l’unico modo per diventare veramente esperto in qualcosa.

Fonte: Articolo scritto da Simon John Berrill e pubblicato il 18 luglio sul proprio sito SJB Translations

Traduzione a cura di:
Rossella Lombardo
Dott.ssa in Lingue Moderne e Traduzione per le Relazioni Internazionali
Traduttrice  En-Fr>It  It>En-Fr
Trapani