I colori: connotazioni e significati simbolici

 Categoria: Tecniche di traduzione

Forse non tutti sanno che i colori possiedono delle connotazioni psicologiche che possono avere un impatto positivo o ripercussioni negative su un testo o sulla strategia di marketing di un’azienda a seconda del luogo in cui il testo verrà pubblicato o in cui verrà trasmessa la campagna pubblicitaria.
Per un marchio, infatti, i colori rivestono un ruolo fondamentale affinché possano sortire l’effetto sperato su una determinata cultura o società. Ciò premesso, è molto complesso attribuire un significato universale ai colori in quanto sono relazionati ad associazioni e stati d’animo propri delle diverse culture.

Per esempio, nella Grecia antica il nero simboleggiava la vita perché il giorno nasce dalle tenebre. Tuttavia nel XVI secolo la regina Anna di Gran Bretagna segnò una svolta scegliendo questo colore per il lutto, così come è utilizzato tuttora, a rappresentare, tra altri aspetti, l’oscurità, la sofferenza e uno stile formale.
Il rosso invece è il colore simbolo dell’amore, della forza e dell’azione ed era considerato molto importante per alcune culture antiche tra cui quella cinese, giapponese e indiana.
Il giallo, il colore della luce del sole, infonde un senso di calore, suscita allegria e buon umore ed è ricollegato in particolare all’attività cerebrale e alla creatività. Ripercorrendo la storia di questo colore presso le culture antiche si scopre che gli imperatori cinesi esercitavano un diritto esclusivo sul giallo in quanto erano gli unici a poterlo indossare, mentre al popolo ne era fatto divieto.
Il verde, colore sacro per i musulmani, indica pace, sicurezza e speranza ed è connesso alla fortuna soprattutto in Irlanda dove è espressione di identità sociale.
L’azzurro invece esprime felicità, speranza, verità e onore (da qui l’espressione “avere il sangue blu”) e per un soggetto emotivo può avere un effetto più rilassante rispetto al verde perché è in grado di liberare la mente e trasmettere calma e serenità.
Il bianco, associato alla pace, alla purezza, alla fede e alla perfezione, è la fusione di tutti i colori e rappresenta la luce. Al contrario, in Asia e in parte dell’Africa è il colore del dolore.

Alla luce di queste considerazioni, quando si gestisce un progetto di traduzione destinato alla pubblicazione su una rivista o all’inserimento grafico in una pubblicità è quindi necessario valutare questo tipo di fattori culturali in quanto il colore impiegato per la grafica potrebbe avere un impatto differente in base alla cultura a cui è destinato il testo. Pertanto, prima ancora di affrontare il DTP e la progettazione, è opportuno consultare il cliente per definire le caratteristiche del lavoro.

Fonte: Articolo pubblicato il 23/06/2013 sul Blog di Trusted Translations

Traduzione a cura di:
Eleonora Zungri
Traduttrice freelance EN/ES/FR > IT
Como