Gli errori comuni dei nuovi traduttori

 Categoria: Tecniche di traduzione

Tradurre è un processo creativo, un’attività accurata che richiede acume ed empatia con la lingua. D’altronde, poiché tradurre è anche un mestiere, naturalmente esistono dritte e regole generali a cui il traduttore alle prime armi può attenersi, nonché problemi pratici su cui discutere. E’ ovvio che un traduttore principiante debba avere un’ottima conoscenza della lingua di partenza, sia scritta che orale, in quanto non si tratta meramente di cercare parole su un vocabolario; il significato di una parola è importante tanto quanto l’utilizzo e la sua frequenza nel linguaggio quotidiano, oltre che l’interdipendenza con il contesto. L’interpretazione è una questione di primaria importanza per il nuovo traduttore: comprendere cosa il testo stia effettivamente comunicando è importante tanto quanto indagare su ciò che il testo non sta comunicando.

Potrebbe accadere che per quanto si sforzi di leggere tra le righe, il traduttore principiante sia costretto ad andare oltre alla traduzione e re-interpretare il testo di partenza. In tal caso la soluzione migliore è attenersi a una traduzione semplice e completa, senza aggiunte e/o omissioni rispetto alla versione originale.
Malgrado tutta la teoria accumulata tra i banchi universitari e le capacità dell’aspirante traduttore, gli errori più frequenti commessi da chi è alle prime armi sono legati alla mancanza di esperienza. Il novizio ha bisogno di fissare una serie di procedure, che lo aiuteranno a restare più fedele all’originale e ad essere, auspicabilmente, meno creativo. Il nuovo traduttore deve leggere e comprendere nella sua interezza il testo su cui sta lavorando, poiché questo va colto come un insieme e non come una sequenza di espressioni, frasi e paragrafi combinati tra di loro, da tradurre senza una premessa e una cognizione.

Un classico esempio è quello degli articoli scientifici, che sono tradizionalmente suddivisi in quattro parti fondamentali: l’abstract, l’introduzione, l’argomentazione e le conclusioni. Ciò per il traduttore comporta obbligatoriamente la lettura integrale del testo, poiché ogni sezione è correlata all’altra. Ad esempio, la traduzione dell’abstract richiede una conoscenza preliminare dell’articolo, dal momento che il primo sintetizza e orienta la direzione del testo. Spesso il traduttore novizio crede di poter trattare in modo ugualmente competente qualsiasi tipo di argomento. La comprensione del tema principale del testo è fondamentale e, qualora il traduttore non avesse una conoscenza pregressa della materia in questione, non c’è nulla di meglio che una ricerca accurata.

Seconda parte di questo articolo >

Fonte: Articolo pubblicato sul sito One Hour Translation

Traduzione a cura di:
Elisa Ramina
Traduttrice freelance ZH-EN-ES>IT
Roma