Gli errori comuni dei nuovi traduttori (2)

 Categoria: Tecniche di traduzione

< Prima parte di questo articolo

Dunque, la ricerca e la lettura dell’argomento su un sito affidabile sono un valido metodo per costruire un ponte tra il tema e il gergo specialistico, l’uso di un termine e le modalità di enunciazione. Questo è anche il momento opportuno per fare luce sulle difficoltà incontrate durante la fase della lettura. La resa finale deve essere naturale, priva di formule calcate sulla lingua di partenza. Un buon suggerimento è quello di evitare una sintassi forzata, prodotta da una lingua ibrida sulla base della grammatica dell’idioma di partenza e i termini di quello di destinazione (come nel caso dell’espressione inglese “wash the teeth” derivata dalla traduzione letterale del portoghese “lavar os dentes”).

Dunque la traduzione deve risultare scorrevole e il più naturale possibile. L’esperienza ci insegna che la traduzione ha un sapore autentico solo se il traduttore principiante avrà letto e compreso totalmente il testo della lingua di partenza. Un consiglio spassionato per il nuovo traduttore è di riconoscere i propri limiti. Tradurre un lungo e complicato testo di natura legale non è come tradurre l’opuscolo di un resort di lusso, la responsabilità implicata non è la stessa e ciò è ancor più evidente quando ci sono delle vite in gioco, non importa quanto il nuovo professionista sia esigente.

In qualità di docente ho vissuto la spiacevole esperienza di passare in rassegna testi non sottoposti a una lettura finale da parte del traduttore. Questo è un momento decisivo durante il processo della traduzione, a cui molti apprendisti tendono a rinunciare. Il tempo dedicato a una revisione accurata, ovvero alla ricerca di sottili sfumature da migliorare, il controllo ortografico, l’aggiunta di virgole mancanti o di altra punteggiatura nonché i tocchi finali di insieme sono tutti elementi che determinano nettamente quella che può essere considerato da un traduttore professionista una traduzione professionale.

Fonte: Articolo pubblicato sul sito One Hour Translation

Traduzione a cura di:
Elisa Ramina
Traduttrice freelance ZH-EN-ES>IT
Roma