Traduzione assistita: definizioni varie

 Categoria: Strumenti di traduzione

Tutte le risorse informatiche che in qualche misura concorrono all’elaborazione del linguaggio umano potrebbero essere considerate, in senso ampio, strumenti di traduzione assistita.
Tra i vari strumenti esistenti ricordiamo ad esempio quelli per il riconoscimento e la sintesi vocale, quelli per il riconoscimento ottico (software OCR: Optical Character Recognition), quelli per la ricerca e la sostituzione di testo, gli elaboratori testuali, i database testuali.
Tuttavia, in senso stretto, quando si parla di sistemi informatici per la traduzione, si fa riferimento in modo particolare alle applicazioni CAT (Computer Aided Translation o Computer Assisted Translation, traduzione assistita da computer).
Con questa sigla si indicano collettivamente i sistemi appositamente progettati per il settore delle traduzioni. Ad ogni modo, solitamente si tende ad escludere dall’insieme degli strumenti CAT sia la traduzione totalmente automatica (MT, Machine Translation), sia la sua versione assistita (HAMT, Human Aided Machine Translation). Trattasi infatti di strumenti progettati non per assistere il traduttore umano quanto per sostituirsi ad esso.

Rientrano invece a pieno titolo nella categoria degli strumenti CAT tutte le applicazioni che forniscono al traduttore un valido aiuto per l’esecuzione di attività tradizionalmente svolte manualmente. Sarebbe più corretto indicare queste applicazioni con MAHT (Machine Aided Human Translation) ma questa definizione viene scarsamente utilizzata. Gli acronimi CAT e MAHT, anche se in modo improprio vengono usati quasi indistintamente.
Come abbiamo accennato poc’anzi, questi sistemi forniscono al traduttore professionista un ampio ventaglio di utili funzioni. Tra esse ne ricordiamo brevemente alcune: consultazione, gestione e creazione di glossari, analisi di vario genere sia sul testo di partenza che su quello di arrivo, ricerche in corpora linguistici, ecc.
In esse e non solo, il ruolo chiave è svolto dalla memoria di traduzione (TM, Translation Memory), di cui abbiamo parlato in qualche articolo precedente e di cui torneremo a parlare anche in futuro.
L’importanza della memoria di traduzione è tale che spesso, seppur commettendo un errore, ci si riferisce agli strumenti di traduzione assistita con la dicitura di “strumenti TM” anziché di “strumenti CAT” o “strumenti MAHT”.