Storia della traduzione araba (3)

 Categoria: Storia della traduzione

< Seconda parte di questo articolo

Abdullah Ibn al Muqaffa’ , essendo di origine persiana nel regno del califfo Abu Jafar al-Mansur , lo tradusse dal persiano all’arabo e ne aggiunse alcune cose . L’obiettivo era di consigliare il califfo per fermare l’oppressione del popolo , la riforma sociale, il Consiglio politico e il consiglio morale . Ma egli stesso non sfuggì all’ingiustizia, e il califfo lo uccise .

E’ capitato anche la traduzione del libro “ Kalila Wa Demna “in lingua persiana dal testo arabo per la perdita della traduzione persiana cosa successa anche a qualche testo greco . Il linguaggio di Abdullah Ibn al Muqaffa’ è stato bello e privo di volgarità . La traduzione, come è noto , è stata conclusa in linguaggio intermedio perché il libro è stato originariamente scritto in lingua indiana antica , non in persiano .

Il libro ha subito qualche rettifica da parte del medico persiano Berzier durante la traduzione in persiano . E Il ministro persiano Bazrajamhar ci aggiunse anche alcune cose , come quello della missione Berzier in India e durante la traduzione dal persiano all’arabo , Abdullah Ibn al Muqaffa’ aggiunse alcune cose ; riferi’ Farouk Saad nella sua introduzione al libro “ Kalila Wa Demna “ .

Allo stesso tempo, la traduzione nell’era abbaside dall’arabo alle lingue straniere ha cominciato , Gli Orientalisti hanno fatto riferimento al ruolo degli arabi nella civiltà europea in questo periodo . Alcuni scrittori occidentali si riferirono anche alla virtù delle scienze arabe sull’occidente incluso lo scrittore tedesco Goethe (1749-1832) .

Dice Al Jahidh nel valore della traduzione : È imperativo che il traduttore abbia lo stesso livello di espressione nella lingua di origine , nel tradurre , quanto nella lingua verso la quale traduce , in modo che le due lingue siano entrambi uguali e la traduzione abbia un senso .

Quando si parlano due lingue , spesso ci si introducono ingiustizie Perché ognuna attrae , ne prende e si oppone all’altra . Il traduttore deve perfezionare entrambi le lingue ugualmente come ne fa con una sola , un solo potenziale suddiviso su entrambi . E anche se si parlano più di due lingue ; A scapito di questo si traduce in tutte le lingue . Ogni volta che la porta della coscienza è più stretta E gli scienziati ne sanno di meno , è più degno che il traduttore sbagli e non troverete mai un interprete chi gli sia fedele .

Quarta parte di questo articolo >

Fonte: Wikipedia

Traduzione a cura di:
Ayoub Benzarti
Traduttore indipendente
Tunisia