La Giornata Internazionale della Traduzione

 Categoria: Storia della traduzione

Molta gente non sa che il 30 Settembre è la Giornata Internazionale della Traduzione, ma un numero ancora più grande di persone sarebbe sorpreso di scoprire che questa festa esiste dal 1953. Interpreti e traduttori svolgono un lavoro molto importante. Sono gli artefici dell’avvicinamento tra i popoli e della condivisione di nuove ed emozionanti informazioni, prima accessibili soltanto ai membri di una specifica cultura. Il loro operato può avere un ruolo fondamentale sulle relazioni tra i differenti paesi e perfino cambiare il corso della storia. Gli interpreti e i traduttori svolgono un lavoro incredibile e meritano il giusto riconoscimento per questo. Tale bisogno si è trasformato in uno stimolo per la creazione della Giornata Internazionale della Traduzione. La Giornata Internazionale della Traduzione viene celebrata ogni anno il 30 Settembre perché in tale giorno ricorre la festa di San Girolamo, patrono della traduzione.

Non viene riservata molta gloria alla traduzione ed i riconoscimenti a disposizione sono veramente pochi, ma è bello sapere che la santità è sempre una opzione possibile.  San Girolamo studiò la Bibbia Ebraica e la tradusse in Latino. Martin Lutero non approvò le opinioni di Girolamo, ma non poté negare la mole di lavoro che era stata realizzata. Lutero riconobbe il suo contributo ammettendo che San Girolamo aveva fatto per la traduzione molto più di quanto nessuno mai aveva o avrebbe fatto. Senza il suo forte lavoro etico la Bibbia non sarebbe mai stata tradotta così accuratamente ed a loro volta le Bibbie Inglesi avrebbero potuto essere completamente diverse.

San Girolamo ha probabilmente fatto la maggior parte del lavoro sulla Bibbia, ma non si tratta dell’unico importante traduttore. Ci sono stati parecchi importanti traduttori che hanno fatto si che il mondo comprendesse la letteratura classica e questo lavoro continua tutt’oggi. L’Odissea è stata tradotta da Robert Fagles, Mme Bovary da Linda Davis, I Miserabili da Lee Fahnestock, e Guerra e Pace da Richard Povear e Larissa Volokhonsky. Per non parlare del popolare recente romanzo  The Girl with the Dragon tattoo,  che è stato tradotto da Steven T. Murray. Un libro da cui è stato tratto un film che ha incassato molto bene al botteghino (Uomini che odiano le donne).

Il lavoro degli interpreti e dei traduttori è ben lungi dall’essere terminato. Si svolge tutt’ora silenziosamente e diligentemente ogni singolo giorno, spesso senza ringraziamenti né riconoscimenti. La Giornata Internazionale della Traduzione rivolge l’attenzione a quest’opera, e dona l’opportunità al mondo di ringraziare coloro che ci hanno dato così tanto.

Buona Giornata Internazionale della Traduzione a tutti voi!

Fonte: Articolo scritto da Karen Hodgson e pubblicato sul Translation Journal

Traduzione a cura di:
Dott.ssa Tatiana Zammito
Medico Veterinario
Traduttrice EN-FR>IT
Palermo