La traduzione dei testi giornalistici (4)

 Categoria: Servizi di traduzione

< Terza parte di questo articolo

Molti procedimenti gli permettono di utilizzare il titolo per dare un po’ più di carica ad un articolo o ad un comunicato stampa un po’ insignificante: – l’allusione e il gioco di parole: “L’auto elettrica si mette in moto” (Le Monde), “Un elettroshock per Moulinex” (Le Monde) o “Le lavatrici, la caratteristica dell’arte” (Le Figaro); – la metafora: ” Pesca di multe al largo di Guernesey” (Le Monde); – il paradosso: “Il capo è alla CGT e gli operai sono capitalisti” (Le Monde); – l’effetto sorpresa: “Radko Mladic, le sue api e i suoi colonnelli” (Le Monde). L’immaginazione sembra essere al potere a Libération, ma la ricerca dell’originalità a ogni costo può fare cilecca: “Il plan-plan Bayrou per le università” e “Gli ovini affetti da tremore lasciano il piatto”. Il lettore intrigato dal titolo può abbandonare la lettura dell’articolo una volta compresa l’allusione. Continua, mi interessi; non basta che un testo sia diffuso: è necessario che sia letto. Infatti, se il lettore, poco interessato all’inizio, perde il filo per un attimo o prova una sensazione di noia per quanto breve, abbandonerà strada facendo.

Bisogna quindi mantenere stabile il suo interesse e incitarlo a leggere il testo fino alla fine. Il comunicato stampa ha la particolarità di rivolgersi al lettore finale tramite l’intermediazione dei giornalisti. Il suo autore deve convincere questi ultimi che le informazioni presentate interesseranno i suoi lettori. Le regole applicabili agli articoli lo sono ugualmente anche ai comunicati stampa. Bisogna sedurre i giornalisti dando alle informazioni una forma accattivante. Se queste interessano il giornalista, spesso indifferente, lo sono a maggior ragione per i lettori. Visto che un giornalista è sempre frettoloso, le informazioni devono essere immediatamente fruibili, “precotte”, affinché lui stesso possa comunicarle ai suoi lettori con un minimo di riscrittura. Di conseguenza, l’autore del comunicato stampa deve rispettare tutte le regole imposte al giornalista. Le informazioni presentate in un comunicato sono in concorrenza con una miriade d’altre che cercano tutte a trattenere l’attenzione del giornalista.

È necessario dunque battersi affinché queste informazioni facciano passare la maggior parte delle altre in secondo piano. La lettura di un testo deve essere considerata come un compito. Il lettore lo porta a termine solo se motivato. Gli psicologi hanno messo in evidenza la tendenza naturale dell’essere umano a voler portare a termine un compito intrapreso. A ciò si oppone la legge del minimo sforzo. Un testo giornalistico deve essere dunque accattivante, perché deve risvegliare l’interesse del lettore e mantenerlo fino alla fine del testo. Se lo stile è vivido, dinamico, personale e naturale, viene stabilita una relazione tra il redattore e il lettore, avendo l’articolo il carattere di una chiacchierata.

Quinta parte di questo articolo >

Fonte: articolo scritto da René Meertens e pubblicato su Foreignword.com

Traduzione a cura di:
Miriam Madeo
Traduttrice FR<>IT EN<>IT
Lecco