Come fare una buona traduzione scientifica?

 Categoria: Servizi di traduzione

A ben guardare si tratta di due domande in una. Fermiamoci alla penultima parola. Come fare una buona traduzione?
Di fatto scrivere una buona traduzione di un testo di qualsivoglia argomento non è mai cosa banale: semplificando, richiede la comprensione profonda dello scritto, competenze linguistiche, e un vocabolario adeguato al contesto culturale e storico di riferimento. Senza contare l’elemento chiave: la buona scrittura. Per essere bravi traduttori si deve essere anche bravi scrittori, saper giocare e creare con le parole per restituire il giusto registro; è questo l’elemento chiave che fa la differenza tra una traduzione accettabile e una ben fatta.

Molto altro resterebbe da dire sull’argomento, la traduzione è questione dibattuta da secoli a livello filosofico e tecnico; concentriamoci dunque sulla parola ‘scientifica’. Qual è la difficoltà che ci pone un testo di Fisica, Biologia o Chimica?
In primo luogo, per arrivare a una comprensione generale del significato, a seconda del livello di dettagli contenuti nello scritto, è necessario avere almeno dei rudimenti, se non delle conoscenze specifiche degli argomenti trattati. Altro aspetto fondamentale è il vocabolario tecnico aggiornato sia della lingua di partenza che d’arrivo; questo, infatti, in ambito scientifico è in rapida evoluzione, data la comparsa continua di neologismi atti a nominare o spiegare nuovi fenomeni, frutti recentissimi della ricerca contemporanea e della contaminazione tra ambiti di ricerca, sia dal punto di vista disciplinare che geografico.

Da qui il bisogno che il traduttore scientifico si ponga come figura in grado di comprendere il registro dello scritto a cui lavora, ma anche quale sia l’obiettivo finale del suo lavoro di traduzione; deve essere in grado di plasmare un testo finale che risulti efficace, utile per l’insieme di professionisti della parola potenzialmente interessati al testo, quali giornalisti, studenti, ricercatori, divulgatori, insegnanti e più in generale pedagoghi, intenti a instaurare e mantenere l’importantissimo e delicato ponte di comunicazione tra il mondo della ricerca e la società.

Autrice dell’articolo:
Irene Amata,
PhD
Traduzioni scientifiche (Fisica, Biofisica, Biologia, Chimica, campo biomedico)
Inglese – Spagnolo – Francese > Italiano
Parigi, Francia