Traduzione di riferimenti culturali (4)

 Categoria: Problematiche della traduzione

< Terza parte di questo articolo

Il doppiaggio riesce a riflettere l’informazione sociale, culturale e umoristica contenuta nel film, anche se solo fino a un certo punto, data la costante presenza di riferimenti culturali, molti dei quali non vengono percepiti non solo dagli stranieri ma anche da molti spagnoli. Perciò la presenza di un lehendakari [5] di colore durante una cerimonia nozze di una famiglia benestante basca può sembrare solamente una battuta visiva basata sul gusto dell’assurdo. Invece il riferimento culturale è molto più profondo, con una forte carica di critica politica e sociale (ancora più dura se si tiene conto che lo stesso regista è basco). Ciò non potrebbe essere reso più esplicito neppure in forma scritta, in una versione sottotitolata, anzi la perdita persisterebbe. Qualcosa di simile, ma in un contesto differente, succede nei film di Woody Allen, stracolmi di riferimenti culturali molto marcati. Le allusioni a New York, a determinati principi e valori della società americana, e più precisamente, all’ambiente progressista della classe media ebraica, sono costanti. L’identificazione di nomi, istituzioni, situazioni, luoghi, etc. nella cultura di origine è immediata, mentre nella traduzione subisce uno sfasamento di trasmissione verso la cultura d’arrivo, e non solo verso la lingua di destinazione, ma anche in seno alla medesima lingua, verso un contesto socioculturale differente o estraneo all’ambiente dell’autore. In ogni caso, Woody Allen, è uno dei pochi registi che, insieme a Bertolucci e agli scomparsi Fellini e Kubrick, si preoccupa del travaso culturale dei propri film e supervisiona il processo di doppiaggio.

Neppure i titoli delle serie televisive e dei film sfuggono a queste limitazioni (Fuentes, 1996).  Prendiamo ad esempio il film Todos los hombres del presidente (All the president’s men, 1976) [6]. “La funzione descrittiva o referenziale” di Nord (1994) descrive il testo o alcuni dei suoi aspetti extra- o intratestuali.  Tale funzione è molto interessante dal punto di vista della traduzione, e più specificatamente degli aspetti metalinguistici o tematici presenti nel titolo originale, dato che il bagaglio culturale del destinatario della cultura d’arrivo può differire profondamente da quello della cultura d’origine.  Infatti, in All the President’s Men, si scelse di tradurre il titolo in modo letterale (Todos los hombres del presidente), annullando nella cultura d’arrivo la chiara allusione del titolo ai versi di Alice nel paese delle meraviglie (“Humpty Dumpty sat on a wall/ Humpty Dumpty had a free fall/ all the King’s horses/ and all the King’s men/ couldn’t put Humpty together again”).  Allo stesso filone appartiene la vignetta del disegnatore umoristico Gary Larson, autore del celebre Far Side, dove si vede un uovo gigante, sul quale è stata disegnata la faccia di Humpty Dumpty, dal cui guscio rotto spunta uno feroce uccello preistorico, che guarda di storto due soldati.  Uno dei due, spaventato, dice al compagno:  “Look…You wanna try putting him back together again?”.  Il destinatario anglosassone capta immediatamente il riferimento, mentre la traduzione lascerà senz’altro impassibile il lettore di un’altra lingua/cultura d’arrivo, ispanico in questo caso. Ma se nel travaso o nell’adattamento del titolo i riferimenti interni o vicini alla cultura d’origine vedono diminuita la loro capacità semiotica e il loro significato culturale, nella creazione di un titolo completamente nuovo e diverso vengono del tutto annullati.  Lo spettatore americano individua un referente informativo immediato sapendo che un film si chiama Air Force One (1997) (nome dell’aereo presidenziale statunitense) o Murder at 1600 (1997) (il numero 1600 di Pennsylvania Avenue è l’indirizzo della Casa Bianca). Questo referente informativo sfugge invece in Spagna, dove questi titoli sono stati mantenuti in inglese.

Quinta parte di questo articolo >

Fonte: Adrián Fuentes Luque – Università di Cadice

Traduzione a cura di:
Alessandra Bove
Traduttrice e adattatrice dialoghista ENG>ITA ESP>ITA
Torino, Italia


[5] Presidente del governo autonomo delle province basche. (n.d.t.)
[6] In Italia fu presentato con il titolo Tutti gli uomini del presidente.