Persi nella traduzione

 Categoria: Problematiche della traduzione

Come non si stancheranno mai di dirci i postmodernisti, la lingua è un terreno scivoloso. Il significato preciso delle parole può slittare e scorrere invece di restare fisso. Si consideri il cartello che recita “I cani devono essere presi in braccio su una scala mobile”: apparentemente sembra abbastanza chiaro che se avete un cane si dovrebbe prenderlo in braccio prima di salire su una scala mobile. Ma pensiamo a quelle persone che cercano disperatamente di prendere in prestito un cane per raggiungere il livello superiore.

Se la natura scivolosa di un significato è un problema nell’uso di una lingua, i problemi sono molteplici per i traduttori professionisti o coloro i quali traducono perché intraprendono studi linguistici o imparano una nuova lingua a casa. Quando si lavora con diverse lingue, mantenere il significato di alcune parole scivolose può trasformarsi in una vera e propria pista di pattinaggio. Ecco alcuni settori in cui è facile perdersi nella traduzione:

Gli idiomi demenziali
I traduttori automatici, come Google Translate, spesso sono in conflitto con frasi idiomatiche. In generale, gli idiomi sono espressioni che non possono essere completamente comprese dai significati dei loro singoli componenti.

Frasi come “a heavy smoker” (un fumatore incallito) richiedono, non solo la conoscenza delle singole parole, ma una comprensione ed una valutazione di come la lingua viene effettivamente usata nel linguaggio di tutti i giorni. La frase si riferisce a qualcuno che fuma molto e non ad un individuo sovrappeso dipendente da nicotina. Durante un recente corso di tedesco a Friburgo, uno studente ha incontrato un problema simile traducendo la frase idiomatica tedesca “ein blaues auge” riferita a un individuo con “gli occhi azzurri” e non a qualcuno con un “occhio nero” a causa di un colpo.

Mentre alcune espressioni idiomatiche passano molto bene da una lingua ad un’altra, altre semplicemente non lo fanno. “Mi dà sui nervi” e “Er geht mir auf die Nerven” sono pressoché identiche. Ma molto più spesso il tedesco e le versioni inglesi non sono per niente simili: “He had the nerve to say that” (Ha avuto il coraggio di dire che) e “Er hatte die Stirn, das zu sagen” (che letteralmente si traduce con “aveva la fronte…”) può causare problemi, ma un traduttore astuto potrebbe sostituire un’altra parte del corpo con una equivalente inglese: “He had the cheek to say that” (Ha avuto la faccia tosta di dire che).

Seconda parte di questo articolo >

Fonte: Articolo scritto da  Tereza Kaplanova e pubblicato sul blog Omniglot

Traduzione a cura di:
Giovanna Greco
Traduttrice freelance (EN>IT – IT>EN)
Lecce