Una lingua franca per la scienza

 Categoria: Le lingue

Una delle idee più diffuse in ambito scientifico è che tutta la letteratura importante di settore sia pubblicata in inglese. Se ciò fosse vero e a tale convinzione aggiungessimo la credenza popolare secondo cui tutti coloro che operano nel settore conoscono alla perfezione la lingua d’oltremanica, la scienza vivrebbe inevitabilmente in un regime di totalitarismo linguistico.
Fortunatamente, lo scenario apocalittico appena descritto non si è ancora prefigurato, siamo ancora piuttosto lontani, anche se non lontanissimi. La situazione attuale corrisponde più a una sorta di multilinguismo imperfetto, con una lingua al centro del sistema e le altre tutte intorno ad essa. Una sorta di stella intorno alla quale ruotano pianeti più o meno grandi. Se i pianeti si ribellassero e smettessero di seguire le loro orbite avvicinandosi troppo alla stella, verrebbero inceneriti dal suo calore.

I nostri lettori non ci fraintendano. Siamo assolutamente favorevoli all’adozione ufficiale di una lingua franca per la scienza che contribuisca alla diffusione internazionale delle conoscenze e che faccia da ponte fra le altre lingue. Esse però devono mantenere la piena autonomia nelle aree geografiche di competenza e all’interno di queste devono fungere da strumento di comunicazione e divulgazione. L’inglese dev’essere utilizzato principalmente per la comunicazione tra persone che parlino lingue molto diverse ma non deve mai aspirare a raggiungere il rango di lingua universale, adatta a qualsiasi uso, funzione e situazione.
Ovviamente siamo di parte ma riteniamo che l’appiattimento sia pericoloso per il multiculturalismo e non sia in nessun caso auspicabile. Il pluralismo linguistico è una risorsa fondamentale sia per le lingue ma anche e soprattutto per le culture dei vari paesi e la traduzione scientifica ne costituisce la principale forma d’arricchimento. Il monolinguismo universale non è altro che la versione linguistica della dittatura in politica, che non ci risulta abbia mai funzionato in nessun luogo e in nessuna epoca.