Sette dritte per imparare l’inglese

 Categoria: Le lingue

Vincitrice del TeachingEnglish blog award, Larissa Albano consiglia a tutti i principianti sette modi per imparare facilmente l’inglese

C’era una volta una donna italiana sulla quarantina che voleva imparare l’inglese. Maria era vedova e si era ritrovata con un po’ di soldi dopo che il marito era morto prematuramente. Voleva viaggiare per il Regno Unito, ma aveva solo qualche nozione di grammatica inglese imparata a scuola. Perciò si è comprata un corso di lingua inglese su CD e ha iniziato a ripetere a pappagallo tutto quello che usciva dalla registrazione. Dopo qualche mese, ha prenotato un volo low-cost per Londra. È atterrata all’aeroporto di Stansted ed è riuscita a comprare un biglietto di sola andata in pullman per Victoria Station, con l’aiuto di una coppia di pensionati diretti anche loro verso il centro. Ma una volta giunta in città, Maria si è scontrata con una grande fonte di frustrazione: non riusciva a capire e a parlare con la gente che incontrava. Dopo una settimana è ritornata in Italia, invece di rimanerci due settimane come aveva programmato, e ha chiamato il mio studio di lingue per ricevere consigli.

Benvenuti nell’era dell’inglese come lingua globale. Poche persone parlano come la regina e nessuno è esente da errori grammaticali. Se sei un principiante o un insegnante per adulti di livello base, qui troverai sette dritte per imparare in modo semplice l’inglese, che ho condiviso anche con Maria. Ogni dritta inizia con una delle lettere della parola ‘inglese’, per renderne più facile la memorizzazione.

1 – Imprescindibile: l’esercizio quotidiano
Imparare una lingua straniera è come andare in palestra. Puoi rinforzare i tuoi muscoli soltanto se ti alleni quotidianamente. Succede la stessa cosa con le lingue: la pratica dà i suoi frutti.
Dritta: dedica 15 minuti al giorno all’inglese. Puoi ascoltare musica o vedere video, leggere un libro, guardare film su internet, giocare col cellulare o trovarti insieme a un madrelingua per uno scambio linguistico.

2 – Non soltanto parole
Di solito i principianti si sentono più sicuri ad ascoltare parole singole e a ripeterle, come quando si mostrano ai bambini le flashcard. Ma questa pratica non è altrettanto utile per gli adulti, i quali vorrebbero sentirsi sicuri e parlare fluentemente quando si tratta di fare conversazione con un madrelingua. Se si imparano espressioni o modi di dire, sarà più semplice creare intere frasi e avere così una comunicazione orale più naturale.

Dritta: inizia a imparare fin da subito le collocazioni. ‘Having breakfast’ è diverso da ‘making breakfast’. La prima significa che fai colazione, mentre la seconda che la prepari.

Seconda parte di questo articolo >

Fonte: articolo scritto da Larissa Albano e pubblicato il 2 giugno 2017 sulla rivista online Voices Magazine del British Council

Traduzione a cura di:
Clizia Rocchi
Traduttrice ES-EN>IT
Cesena