Inglese britannico e inglese americano

 Categoria: Le lingue

Tutti sappiamo che l’inglese britannico e l’inglese americano non sono perfettamente identici. Al di là della pronuncia e dell’accento diversi, vi sono anche molte parole che non corrispondono affatto.
Entrando in un albergo statunitense e chiedendo dov’è il lift (ascensore) che porta ai piani, probabilmente verrete capiti lo stesso, anche se il termine comunemente usato negli States per indicare l’ascensore è elevator.
Probabilmente non si scandalizzerà nessuno nemmeno se scrivete colour (in inglese britannico) anziché color (in inglese statunitense).
Oltre a queste differenze conosciute da tutti, ce n’è un’altra un po’ più nascosta ma comunque evidente agli occhi e agli orecchi più attenti.
Gli americani tendono ad essere molto più prolissi degli inglesi e talvolta si perdono in spiegazioni del tutto ovvie, fornendo dettagli assolutamente superflui.
Per chiarire il concetto che vogliamo esprimere, citiamo un piccolo aneddoto che ci ha raccontato tempo fa un collega di ritorno dalle sue vacanze estive.

Recatosi nella stazione di uno sperduto paesino andaluso (del quale non faremo il nome), ha notato che non vi era personale addetto alla biglietteria, ma solo una macchinetta. Fin qui niente di anomalo diranno i nostri lettori, in Italia vi sono biglietterie automatiche anche nelle città di una certa dimensione. La prima anomalia, in un paese solitamente piuttosto restio alle traduzioni, è che le istruzioni per l’acquisto dei biglietti erano in ben dieci lingue: castigliano, catalano, galiziano, basco, italiano, portoghese, francese, tedesco e, udite udite…inglese britannico e inglese americano!
Ma la vera e propria perla, al di là dell’inutilità di mettere una macchinetta del genere in una stazione frequentata da venti turisti all’anno, è stata la differenza fra il messaggio in inglese british e quello in inglese american. Le due versioni erano identiche in tutto e per tutto ma la versione americana aveva un punto iniziale in più.

La versione britannica iniziava così:
1. Insert coins (Inserisca le monete)

Quella americana invece diceva:
1. Make sure you have coins (Si assicuri di avere monete)
2. Insert coins

Potete gustare un altro divertente esempio sulla prolissità tipicamente americana leggendo l’articolo del 13 maggio 2010.