Hindi: La nostra madrelingua

 Categoria: Le lingue

Il mezzo principale per trasmettere i propri pensieri nonché i propri sentimenti ad un’altra persona è la lingua.  Ogni persona ha la propria lingua grazie alla quale stabilisce un contatto con altre persone. Dalla persona nasce il pensiero e dal pensiero la nazione. In ogni paese vengono parlate diverse lingue, ma ogni paese ha la propria lingua nazionale. Quest’ultima tramanda la conoscenza della cultura, dei pensieri e delle tradizioni di quel paese. La lingua madre dell’India è l’Hindi.

Nel 1947, dopo aver ottenuto l’indipendenza, l’Hindi fu dichiarata lingua nazionale dell’India come paese libero.  Nella costituzione del nostro paese venne immesso l’Hindi come lingua nazionale. Questo fu permesso grazie agli studiosi e ai politici di quel tempo che non ebbero controversie sull’argomento. Solo dopo intense consultazioni di pensiero all’Hindi fu data la gloria della lingua nazionale. L’idea di tutti gli studiosi e dei politici era che l’Hindi, invece di essere per molte nazioni la lingua ufficiale, dovesse avere l’onore di esserlo solo per l’India. Effettivamente solo l’Hindi è la lingua del popolo indiano.

Eppure oggi la nostra lingua nazionale passo dopo passo si sta disgregando. Non ha più quell’onore che avrebbe dovuto avere. La verità è che per ricevere la libertà dalla dominazione inglese fu necessario un lungo conflitto. Durante la dominazione inglese veniva utilizzata in modo manifesto solo la lingua inglese nelle azioni amministrative. Ma anche dopo aver ottenuto la libertà dall’assoggettamento inglese, la nostra nazione non riuscì ad essere libera dalla lingua inglese. La cosa triste è che nel nostro paese viene dato risalto al progresso nel grado di conoscenza della lingua inglese mentre la lingua hindi viene considerata arretrata.

In nessun altro Paese la lingua ufficiale della nazione viene screditata come in India. Non solo il comune cittadino ma anche l’uomo politico da più importanza alla lingua straniera inglese. E’ chiaro che non è corretto essere ostili nei confronti di quest’ultima. Ogni lingua ha la propria dignità e la propria ricchezza. Ma non è tantomeno giusto sprezzare la ricca lingua hindi a causa dell’apprezzamento per la lingua inglese.

Inoltre politici stranieri, venendo nel nostro paese, hanno cercato di istruirci utilizzando la propria lingua madre molte volte, eppure non siamo stati capaci di liberarci dall’apprezzamento della lingua inglese. Non solo gli uomini politici ma anche altri, andando in un altro Paese, utilizzano esclusivamente la propria lingua. I politici di Susa in svariate occasioni sono venuti nel nostro Pese pronunciando discorsi solo nella loro lingua. L’onorevole Atal Bihari Vajpayee andando a Susa ha proferito il suo discorso nella lingua Hindi dando così importanza a quest’ultima nella lega internazionale. Il popolo ha bisogno di questa attitudine nei confronti della lingua nazionale.

La lingua di qualsiasi nazione fa in modo che si conservi la cultura originaria di quel Paese. Per tenere in vita la propria cultura c’è bisogno di inculcare la lingua nazionale in coloro che sono inesperti. Inoltre i governi e le ONG (Organizzazione non governative) utilizzando la lingua nazionale possono rivestirla di più onore. Non si deve aver vergogna di chiamare la propria madre “mata”.

Articolo scritto da Aliva Manjari in hindi e pubblicato su Share Your Essays

Traduzione a cura di:
Valeria Carrera
Interprete e traduttrice  HI-UR>IT
Napoli, Italia