Au revoir lingua Inglese?

 Categoria: Le lingue

L’era dell’inglese come lingua franca in Europa sta arrivando al termine e le imprese britanniche dovranno iniziare a comunicare in francese o in tedesco se vorranno sopravvivere dopo il Brexit. Questo era lo spensierato punto di vista di un mio amico irlandese mentre stavamo chiacchierando nella City un paio di settimane fa accompagnati da una freddissima pinta di Guinness. Mentre prendevo un altro sorso dalla mia pinta, gli ho detto che questo era “Complete nesąmonė!”. L’ho informato che l’espressione viene dal lituano e ho continuato spiegandogli che mi aspetto di veder fiorire l’inglese, e che ho delle prove a riguardo. Il mio amico ha ammesso che a Dublino è più facile sentir parlare inglese che gaelico. In più, era impossibile ignorare il fatto che la raffinata pronuncia inglese del giovane spagnolo che ci stava servendo era migliore di quella di molti madrelingua inglesi.

Nonostante molti deputati europei abbiano suggerito che l’inglese perderà lo status di lingua ufficiale dopo il Brexit, questo fatto sembra molto improbabile. È stata la Gran Bretagna ad aver scelto l’inglese come lingua ufficiale, e gli altri due principali stati membri dell’UE a lingua inglese, Irlanda e Malta, hanno quindi proposto rispettivamente il gaelico e il maltese. Tuttavia, secondo una statistica della Commissione Europea, il 93% della popolazione irlandese riconosce l’inglese come propria lingua materna. Oltretutto, per l’UE è stato impossibile tradurre tutti i documenti pubblici dal Gaelico per via di una carenza di traduttori. Pertanto, l’inglese non sparirà dall’Unione Europea.

Un altro cambio allo status dell’inglese che viene suggerito è che nonostante rimarrà una lingua ufficiale dell’UE, smetterà di essere una lingua procedurale, ciò significa che gli affari condotti a Bruxelles saranno limitati al francese e al tedesco. Pure questo scenario sembra poco plausibile. Infatti, la maggior parte dei funzionari dell’UE utilizzano l’inglese. Dal momento che Gran Bretagna e Irlanda non furono stati fondatori del predecessore dell’UE, la Comunità Economica Europea, la stragrande maggioranza della legislazione dei primi anni della CEE è stata redatta in francese.

Seconda parte di questo articolo >

Fonte: Articolo scritto da Jurga Zilinskiene e pubblicato il 05 ottobre 2017 sul sito Today Translations. Questo articolo è apparso per la prima volta in Make Europe Work! ® rivista pubblicata da COBCOE. Jurga è l’AD di Today Translations ed un membro della COBCOE Brexit Task Force.

Traduzione a cura di:
Nikola Lorenzin
Ingegnere Energetico
Madrid