Un sistema informatizzato di traduzione

 Categoria: Attività correlate alla traduzione

Quando avviene un incidente (di qualsiasi genere, non solo automobilistico) e le vittime rimangono coscienti, i medici possono comunicare con loro ed ottenere informazioni preziose per effettuare una diagnosi accurata.
Quando però le vittime sono straniere e non parlano una parola nella lingua dei soccorritori, l’accesso a tali informazioni diventa impossibile e questo può pregiudicare la salute dei pazienti.
Per ovviare a questo tipo di problemi, in Spagna il SAMUR (Servicio de Asistencia Municipal de Urgencia y Rescate de Madrid) già da 3 anni ha installato nelle sue ambulanze un sistema informatizzato di traduzione istantanea in varie lingue.

L’obiettivo di questo dispositivo, pionieristico nel suo genere in Europa, è di diminuire i tempi di applicazione delle cure adeguate per i pazienti che parlano poco spagnolo.
Il nuovo sistema informatizzato di traduzione, alla creazione del quale hanno collaborato gli stessi medici del SAMUR, prevede la traduzione in varie lingue dell’intero protocollo ufficiale di domande (più di 1500) da seguire in caso di incidenti di varia natura.
Gli immigrati o i turisti stranieri possono ascoltare (o anche leggere sullo schermo di un computer) tali domande, che sono formulate in modo tale da necessitare solo una risposta affermativa o negativa, senza che debbano dare nessun tipo di spiegazione.
Il sistema prevede anche alcune informazioni in lingua circa l’eventuale ricovero in ospedale e il tipo di cure e di trattamento che verrà applicato. All’arrivo dell’ambulanza all’ospedale, l’insieme delle risposte e un breve resoconto dell’accaduto vengono consegnati al medico che si occuperà del paziente.